Un corso sulla lettura digitale per chi è a rischio di digital divide

Donna che sta utilizzando un tablet.

Leggere e-book con il proprio tablet o smartphone è semplice e apre un mondo di nuove possibilità per tutti. Da anni Fondazione LIA, nell’ambito di diversi progetti finanziati, è impegnata nella formazione di diversi pubblici sul tema della lettura digitale accessibile: persone con disabilità visiva, persone anziane, ragazzi, operatori culturali, bibliotecari.

Grazie alla collaborazione della piattaforma di prestito bibliotecario MLOL e della Biblioteca Venezia, a settembre parte un nuovo corso LIA pensato per chi è più a rischio di digital divide, come le persone anziane. Guidati da formatori specializzati in editoria digitale, i partecipanti scopriranno gli strumenti e le possibilità aperte dalla lettura digitale in tutte le sue forme, anche in termini di accessibilità.

I corsi di formazione sono stati organizzati da Fondazione LIA nell’ambito di «MiCA – Milano per la Cultura Accessibile», un progetto con cui LIA sta realizzando in questi mesi una serie di attività mirate a promuovere la cultura dell’accessibilità nella città di Milano, grazie al contributo di Fondazione Cariplo.

 

Programma

I corsi si terranno il 18 e 20 settembre, dalle 10.30 alle 12.30, presso la Biblioteca Venezia di Milano. Ai partecipanti ai corsi sono richiesti una conoscenza di base dei dispositivi mobili, ma soprattutto passione per la lettura e desiderio di imparare a leggere anche attraverso nuovi strumenti.

La prima giornata sarà un inquadramento alla lettura digitale: dai formati ai device, fino alle opportunità in termini di accessibilità e personalizzazione del testo secondo le proprie preferenze ed esigenze di lettura.

La seconda giornata sarà invece dedicata alla presentazione e servizi offerti dalla piattaforma di prestito bibliotecario digitale MLOL.