Persi di vista

Vignetta realizzata per Persi di vista da Sergio Staino, illustratore affetto da una malattia oculare degenrativa
Raccontare la realtà di chi non vede può rappresentare una sfida, giornalisticamente parlando: scrivere di ciò di cui non si ha conoscenza diretta può esporre al rischio di inesattezze e imprecisioni. Per questo motivo, Redattore Sociale e Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti hanno organizzato il corso di formazione Persi di vista – Tra falsi ciechi e falsi miti. Come raccontare il quotidiano delle persone non vedenti
 
L’incontro, che varrà 6 crediti formativi dell’Ordine dei giornalisti, si terrà questo venerdì, 7 ottobre, in via Galvani 108 (Testaccio) a Roma, presso la Sala Conferenze “Porta Futuro” dalle 09.00 alle 16.00. All’incontro, come riporta il Redattore Sociale, sono iscritti già 80 partecipanti. 
 
Ecco il programma:
 
8.30 – Registrazione dei partecipanti
 
9.00 – Apertura dei lavori
Saluti di Paola Spadari, Claudio Panella, Mario Barbuto
9.30-11.30 - I sessione – Conduce Stefano Trasatti
Limiti e difficoltà nell’accertamento della cecità civile - Raffaele Migliorini
Le dieci cose che (per pudore) non vi hanno mai detto sulla cecità - Katia Caravello
L’ipovedente, questo sconosciuto - Linda Legname
 
11.30 – Coffee break 
 
12.00-13.45 – II sessione – Conduce Chiara Giorgi
La normalità a 4 sensi, tra cultura, relazioni e linguaggio – Mauro Marcantoni
Non volevo il centralino – Maurizio Molinari
Una famiglia come tante – Antonella Cappabianca
Essere autonomi, essere liberi – Ada Ammirata
 
13.45 – Buffet
 
8.30-16.00 - A margine della sala conferenze saranno allestiti stand con dimostrazioni di software per la lettura, libri tattili e in braille, audiolibri e altri ausili per la vita quotidiana delle persone cieche. Sarà inoltre allestita la mostra fotografica Io ti vedo così, dedicata alle ipovisioni e non visioni. 
 
Fatta eccezione per l’oculista Raffaele Migliorini, responsabile delle commissioni medico-legali dell’Inps, tutti gli ospiti che interverranno sono non vedenti o ipovedenti. Tra di essi, il Presidente dell'UICI, Mario Barbuto. La locandina dell'evento è una vignetta realizzata a titolo gratuito dall'artista Sergio Staino, da alcuni anni affetto da una malattia oculare degenerativa.