Be my eyes

Logo Be My Eyes

Il titolo non poteva essere più evocativo: «Sii i miei occhi». è questo il concetto alla base dell’applicazione sviluppata in Danimarca che mira a costruire una rete in cui volontari vedenti possano prestare i loro occhi ai non vedenti per aiutarli in tutte le attività della vita quotidiana in cui incontrano difficoltà. Una volta scaricata l’applicazione, al momento solo per iOS e disponibile in dieci lingue, viene chiesto in quale ruolo si intende utilizzarla: vedente o non vedente. Scelta la categoria, un video (in inglese) racconta il funzionamento dell’app e alcuni dei possibili scenari della vita quotidiana in cui un aiuto può essere prezioso: dalla lettura di etichette all’orientamento in luoghi sconosciuti. 

In caso di necessità, è sufficiente aprire l’applicazione e automaticamente viene stabilita una connessione con il primo volontario disponibile che, grazie all’uso della fotocamera, può essere d’aiuto.

I primi numeri – si parla di oltre 12.000 volontari disponibili - fanno ben sperare per il proseguimento dell’iniziativa. Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito e scaricare l'app.