Al via il progetto ACT-ACcessible Theatre

pubblico in sala alla serata ACT di Torino

Grande successo e affluenza di pubblico sabato scorso, al teatro Astra di Torino, per la presentazione del progetto ACT-ACcessible Theatre, in occasione della prima dello spettacolo Io provo a volare! di Gianfranco Berardiuna drammaturgia originale che, a partire da cenni biografici di Domenico Modugno e dalle suggestioni delle sue canzoni, racconta la vita di uno dei tanti giovani cresciuti in provincia pronti ad affrontare ogni peripezia per realizzare il sogno di diventare artisti.

Al termine dello spettacolo Cristina Mussinelli (Segretario Generale LIA), Gianfranco Berardi (Direttore Artistico ACT), Roberta Delbosco (Responsabile dell’Area Welfare e Territorio dell’Attività Istituzionale di Fondazione CRT) e Beppe Navello (Direttore Fondazione TPE) hanno dato il via al progetto ACT. 

Il progetto, ideato da Fondazione LIA e realizzato grazie al sostegno di Fondazione CRT e alla collaborazione di TPE nasce con l’obiettivo di ampliare le opportunità di espressione artistica e culturale anche alle persone non vedenti e ipovedenti, forti lettori!

LIA, con questo progetto, coniuga passione per il teatro e per la lettura e insieme promuove un percorso di formazione rivolto ai non vedenti sull’accessibilità dei prodotti editoriali digitali e sull’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie e dei formati oggi disponibili per la lettura.
 
ACT è un laboratorio professionale di teatro e di tecniche attoriali rivolto ad aspiranti attori con disabilità visiva che vivranno un’esperienza culturale e formativa accessibile e uguale a quella di qualunque altro artista. La direzione artistica del laboratorio è affidata allo straordinario attore Gianfranco Berardi che del suo incontro con LIA ha detto: 
 
“...per un attore leggere rappresenta un’attività fondamentale
per la propria formazione e per la propria professione. 
L’incontro con LIA e con le nuove tecnologie mi ha aperto la possibilità
di leggere quello che leggono tutti, con gli stessi tempi e le stesse modalità”.
 
 
L'ambizione di LIA con progetti come ACT è di disseminare la cultura dell'accessibilità: vogliamo rendere la cultura accessibile per tutti! Basta corridoi separati: la cultura deve poter offrire stesse opportunità, stesso divertimento e stessa condivisione!
 
Ringraziamo tutti coloro che erano presenti al teatro Astra sabato sera e invitiamo chi non c'era a rivivere i momenti salienti della serata, visitando lo storify dell'evento, qui.